Skip to Content

Estate 2006 secondo viaggio

Tipo Progetto: 
Soggiorni di risanamento
Progetto Numero: 
3806B
Aperto il: 
2006/03
Chiuso il: 
2006/07

In questo secondo gruppo, 2 ragazze hanno già viaggiato diverse volte, ma per tutti gli altri si tratta della prima o della seconda volta.

Le nostre famiglie si stanno allargando a tutta la regione, e non solo: ben quattro bambini arrivati il 3 giugno sono stati accolti da famiglie di Milano. Ma per tutti ci sarà un'occasione di conoscersi e di entrare in contatto gli uni con gli altri: la festa di accoglienza estiva, una grande grigliata prevista per la sera di domenica 9 luglio, alla quale tutte le famiglie ospitanti ( e anche eventuali altre famiglie interessate ai prossimi viaggi) sono caldamente invitate a partecipare. Chi volesse, contatti Laura, per telefono o per email.

GIOVEDI' 31 AGOSTO SI TORNA A CASA (ma tornano a casa quando arrivano o quando ripartono?).

Si è concluso giovedì 31 agosto il soggiorno estivo dei nostri ragazzi, per quest'anno. Alle 17:20 tutti e trentatré i partecipanti al soggiorno, sia quelli arrivati a giugno sia quelli di luglio, insieme a Galina e a Ruslan, sono saliti sul pullman che li avrebbe portati alla Malpensa e di lì, con un volo Alitalia diretto, a Kiev, dove, all'aeroporto di Borispol, li aspettava un altro pullman per la conclusione del viaggio, chi a Karkov, chi a Novograd, chi a Lobotin. L'arrivo è avvenuto tra le 9 e le 10 del mattino del giorno dopo 1° settembre. I bagagli, che al ritorno sono molto più pesanti che all'arrivo in quanto contengono le mille cose necessarie all'inverno e ai compagni restati in istituto, sono stati tutti regolarmente ritirati.

Il bilancio è sicuramente positivo: pur trattandosi di un periodo relativamente lungo (per alcune famiglie di tre mesi, per altre di due) non vi sono stati intoppi di sorta e l'estate è trascorsa serenamente per tutti. Tante le storie, tante le esperienze; chi era al primo viaggio, e ha dovuto in poche settimane prendere confidenza con un mondo radicalmente diverso dal proprio; chi, veterano in quanto al suo ottavo o decimo viaggio, ha ritrovato in Italia l'affetto e il calore soliti che riempiranno le lunghe giornate invernali dell'internat.

Molti di questi ragazzi torneranno per il viaggio invernale e resteranno con noi per circa un mese, tra dicembre e gennaio. Per i ragazzi più grandi che potranno venire è prevista la frequentazione di una scuola italiana, sulla traccia di quanto già avvenuto sia quest'estate, per alcuni di coloro che erano arrivati a giugno e che hanno fatto in tempo a frequentare l'ultima settimana di scuola prima della chiusura, sia lo scorso inverno. Per tutti comunque l'impegno a organizzarsi con le proprie maestre per compensare l'assenza da scuola.